Giustizia è fatta: il comune di Napoli revoca la cittadinanza onoraria a Cialdini

Pubblicato da Ernesto Micieli il

Il consiglio comunale della città di Napoli ha approvato all’unanimità un ordine del giorno, firmato dal consigliere Rinaldi (Napoli in Comune a Sinistra) avente come oggetto la “revoca del riconoscimento della cittadinanza onoraria al generale Cialdini”.

Il generale Cialdini si è macchiato di molte efferatezze durante l’invasione e la conquista del Regno delle Due Sicilie, come il massacro di Pontelandolfo e Casalduni o il bombardamento di Gaeta nonostante la roccaforte si fosse già arresa.

Già lo scorso dicembre il consiglio comunale aveva deliberato all’unanimità la rimozione del busto di Cialdini.

Prima del voto, il sindaco è intervenuto dichiarando:
“Già mi sono attivato nei giorni scorsi per promuovere formalmente come sindaco la revoca della cittadinanza onoraria per Cialdini, ed è importante che oggi il consiglio comunale vada in questa direzione.

Questa amministrazione fin dal primo momento si è mossa dando un grande ruolo alla toponomastica, non come posizione meramente nostalgica o retorica, ma come fatto serio per cercare di mettere la storia al suo posto, e sicuramente mettere la storia al suo posto significa anche revocare la cittadinanza onoraria a Cialdini.

Noi continueremo in questa direzione, così come tra qualche giorno inaugureremo l’area dedicata ai martiri di Pietrarsa, perché il Mezzogiorno è fatto di una grande storia e di una grande dignità, come spesso ricordiamo con le Quattro giornate e non solo, e il futuro di una grande città si scrive anche dando alla storia il posto che merita. La toponomastica in questo ha un ruolo importante perché la gente quando vede un busto, una lapide o una strada, deve capire che la storia di Napoli è fatta in un certo modo”.

Il sindaco poi ha concluso sottolineando l’importanza del voto unanime per segnalare che “la città di Napoli ha revocato la cittadinanza a chi si è macchiato di crimini particolarmente orrendi nei confronti del popolo del Mezzogiorno d’Italia”.

 

Ernesto Micieli

Categorie: Politica

1 commento

Rivolta a Sud: la democrazia ce la insegna L’Espresso – SudRibelle · 22 maggio 2018 alle 16:35

[…] della Memoria per le Vittime del risorgimento,  avanzata in Basilicata dal Movimento5Stelle; la revoca della cittadinanza onoraria napoletana al generale Cialdini, proposta dal consigliere Pietro Rinaldi, di Napoli in Comune a […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *